Crea sito

Lotta alla Cocciniglia Cotonosa

esemplari adulti su una pianta di Mandarino

La cocciniglia cotonosa o farinosa
La cocciniglia cotonosa o farinosa colpisce principalmente gli agrumi, è diffusa in tutto il
mondo soprattutto nelle regioni temperate e calde e purtroppo negli ultimi anni si trova
molto anche in Italia. Questo fastidioso insetto è un serio problema per molte tipologie di
piante oltre che per gli agrumi, può danneggiare l’orticoltura sia in serra che in campo
aperto , causa danni agli alberi da frutto e alle colture ornamentali, in particolare alle piante
in vaso .
La cocciniglia è uno stretto parente degli afidi, in natura se ne trovano circa 7000 diverse
specie , tutte appartenenti alla famiglia dei Rhynchota. si riproduce prevalentemente per
via sessuale attraverso la produzione di uova e si nutre della linfa dei vegetali.
Questo piccolo parassita è facilmente individuabile grazie alla sua colorazione biancastra.
Per attaccare la pianta, questi insetti prediligono le fessure delle foglie e gli anfratti poco
esposti al sole, meglio ancora se in ambienti con scarsa umidità e ventilazione. Il modo in
cui la cocciniglia infesta le piante è quasi sempre uguale , partendo da una piccola colonia,
la cocciniglia è in grado di invadere tutta la struttura fogliare della pianta nutrendosi della
sua linfa. Durante l’infestazione produce la melata, una sostanza zuccherina che attira
parassiti e funghi. A causa delle infezioni subentranti all’attacco di cocciniglia la pianta
generalmente muore. I danni maggiori sono provocati dalle femmine di cocciniglia che
perforano le foglie in corrispondenza dei canali linfatici da cui si nutrono. E’ per questo
motivo che la tempestività nel trattamento è fondamentale nella lotta a questo parassita.
Essendo insetti microscopici non è facile rendersi conto di un attacco, ma ci sono dei
‘campanelli d’allarme’ a cui è opportuno prestare attenzione. Il classico sintomo è
l’ingiallimento, la comparsa di macchie e il raggrinzimento del fogliame. Anche la presenza
di formiche può essere un indizio, proprio perché sono molto ghiotte della melata prodotta
dalla cocciniglia. La maggior parte delle specie di cocciniglie si nutrono delle parti aeree
della pianta, alcune specie ricavano il proprio nutrimento dalle radici. Alcune specie inoltre
possono anche trasmettere virus dannosi.
Rimedi naturali
Partendo dal presupposto che la cocciniglia si riproduce in ambienti caldi e secchi, è
importante adottare tutte le misure preventive necessarie per evitarne la formazione.
Dato che ama riprodursi al caldo i mesi estivi saranno quelli più a rischio , è bene però
ricordare che anche se proliferano al caldo sono sensibili al’esposizione solare diretta,
quindi tenendo le piante in pieno sole favorirete la scomparsa di questi parassiti.Tra i rimedi naturali più efficaci per eliminare la cocciniglia dalle piante segnaliamo l’alcool
ed il sapone di Marsiglia , l’alcool, in particolare, scioglie le sostanze cerose di cui è fatta la
membrana protettiva della cocciniglia, al tempo stesso disinfetta i forellini prodotti
dal’insetto e previene gli attacchi di altri virus o batteri.
Con l’alcool è possibile preparare una soluzione diluendone un cucchiaio in un litro
d’acqua; vaporizzatela sulle foglie fino a 3 volte al giorno ogni 2 giorni. Rimuovete gli
insetti usando dei cottonfioc o del cotone imbevuto con alcool prediligendo le ore fresche
della sera.
Con il il sapone di Marsiglia liquido sarà sufficiente diluire 25 cc di sapone ogni litro
d’acqua, si tratta di una soluzione molto efficace poiché impedirà ai parassiti di respirare,
svolgendo una vera azione insetticida del tutto naturale. Spruzzate il liquido direttamente
sulle cocciniglie nelle ore serali e procedete con 2-3 irrorazioni ogni 3-5 giorni.
Un altro rimedio naturale è l’olio bianco, una sostanza che vaporizzata sulle foglie crea
una patina che soffoca i parassiti , trattandosi di una sostanza oleosa di origine minerale
simile alla paraffina, è molto importante non vaporizzarla sulla pianta in estate, questo
provocherebbe una diminuzione drastica della traspirazione fogliare e porterebbe alla
morte delle foglie.

     adama INSETTICIDA COCCINIGLIA Dusty Olio Bianco EMULSIONATO

Poi naturalmente ci sono i rimedi chimici molto efficaci
Il Movento 48 SC, a base di Spirotetramat, è il primo insetticida dotato di doppia sistemia e
rappresenta una vera rivoluzione nella lotta a molti insetti dannosi alle colture quali: la
psilla del pero, gli afidi e le cocciniglie delle colture frutticole, le cocciniglie della vite e
dell’uva da tavola, gli afidi e gli aleurodidi delle colture orticole.
Agisce principalmente sugli stadi giovanili degli insetti impedendo il completamento della
muta. Il nuovo meccanismo d’azione assicura un’elevata efficacia anche sugli insetti
difficilmente controllabili. L’azione è per ingestione, non ha azione di contatto e l’attività
insetticida si manifesta esclusivamente dopo l’assorbimento e la penetrazione dei tessuti
fogliari, dove gli insetti trovano nutrimento.
Grazie alla doppia sistemia, Movento 48 SC assicura la completa protezione di tutta la
pianta anche delle parti che possono sfuggire al trattamento diretto. Questa caratteristica
permette di raggiungere gli insetti più nascosti, inclusi gli afidi radicicoli.
Il Movento 48 SC prodotto dalla Bayer è un insetticida a libera vendita ed è innocuo per
l’uomo e per gli insetti buoni come le api ed altri insetti impollinatori .

Movento 48 Sc

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto !!